Le attività economiche e i rischi operativi del mercato assicurativo internazionale

Published by Lercari on


Le attività economiche e i rischi operativi del mercato assicurativo internazionaleIl convegno organizzato da Cunningham Lindsey Lercari, con la sponsorizzazione di Banca Carige, Belfor Italia e Munters Italia e con la partecipazione dell’Associazione Italiana delle Aziende Familiari (AIDAF), mira ad affrontare l’attuale scenario internazionale caratterizzato da un costante sviluppo dei contatti economici tra gli operatori di diversi paesi con realtà e culture differenti attraverso una analisi attenta delle tematiche più attuali sotto il profilo assicurativo internazionale con particolare attenzione al contesto economico e sociale.

Il valore del convegno è soprattutto quello di aver riunito intorno a temi di interesse anche sociale tutti gli addetti ai lavori: Assicuratori, Riassicuratori, Brokers, Istituti di Credito, Aziende Multinazionali, Risk Managers, Studi Legali.

Alto il numero dei partecipanti che hanno seguito i lavori: circa 400.

Secondo Fabrizio Rindi (presidente Camera di Commercio Svizzera e Vice Presidente Credit Suisse Italy) – che ha aperto i lavori – a fronte della globalizzazione del mercato e le nuove realtà internazionali il convegno è riuscito a riunire gli esperti del settore per un opportuno confronto tra tutte le realtà presenti.

Nelle tavole rotonde della prima giornata sono stati affrontati i temi della protezione dai rischi energetici e dalle tutele contro i rischi operativi, ovvero i rischi che possono interferire sui processi aziendali.
Sul futuro del rischio operativo è emerso che occorre una più stretta collaborazione tra compagnie, broker e imprese per far crescere il livello di protezione dai rischi sempre più complessi che la realtà presenta. Sotto questo profilo risulta che le imprese hanno una percezione molto alta dei rischi, ma l’offerta di prodotti e le coperture sono ancora limitate.

Nella prima sessione di lavori emerge il concetto di responsabilità nel prevenire il danno, con particolare riferimento a quello ambientale, attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie, di strutture adeguate a prevenire i rischi e la giusta offerta di prodotti assicurativi che sostengano correttamente la valutazione del rischio.

Nella seconda giornata sono stati affrontati i temi inerenti all’attuale andamento positivo del mercato, in particolare di quello dei noli e dell’incremento degli investimenti nel settore marine, come le nuove costruzioni di navi, con i conseguenti maggiori rischi e relativi risvolti nel settore assicurativo e delle professioni collegate come quelle più tradizionali dei broker, perititi e avvocati marittimisti.

Secondo Stefano Messina (A.D. Ignazio Messina & C., Vice Presidente Confitarma), in un mercato così in crescita è necessaria molta prudenza nella valutazione del rischio: il settore del trasporto marittimo è ciclico e non si può pertanto parametrare la valutazione del rischio nel breve periodo, inoltre nell’aspetto della diminuzine dei rischi anche l’impresa deve assumere la propria responsabilità.

La tavola rotonda dedicata all’argomento sull’interesse delle multinazionali nel comparto assicurativo, affronta le esigenze, le priorità e le problematiche in merito.
Sono stati coinvolti tutti gli attori in gioco nel mercato assicurativo.

La prima parte dei lavori è stata dedicata alle problematiche legate alla fase di assunzione del rischio: dall’esigenza di coordinamento centralizzato delle coperture assicurative alle tipologie assicurative che le multinazionali prediligono e alla cultura del risk management in Italia.
Sulla scia del filone di analisi preliminare del rischio, che prelude alla sua presentazione al mercato.

Il Dr. Carlo Clavarino (A.D. Aon Italia) ha illustrato gli aspetti sui quali la sua azienda dedica maggior attenzione, con particolare riferimento all’attività di loss prevention e al miglior approccio gestionale, nel rispetto degli attori coinvolti.
La seconda parte della tavola rotonda ha puntato sugli approfondimenti dei profili tecnici specifici quali ad esempio le problematiche legate alla Compliance, le compagnie assicurative captive, polizze LPS, polizze locali e le peculiarità ed i risvolti e le peculiarità della riassicurazione.

A chiusura dei lavori, nella tavola rotonda moderata da Umberto Gavazzi (executive Vice President Scor global P&C)si è discusso ampiamente dei rischi catastrofali e delle calamità naturali.

Nel suo intervento Andrea Vallini (Vice Presidente e A.D. Italbrokers) cita l’esperienza francese: in un periodo storico nel quale i rischi di calamità naturali sono aumentati in maniera esponenziale, a causa della mutazione del clima e di altri fattori come le nuove tecnologie:
In Francia la legge approvata nel 1982 ha reso obbligatorio l’inserimento nei contratti della garanzia catastrofi naturali.
Il sistema si fonda su un principio di solidarietà nazionale attraverso il quale i cittadini con l’intervento degli assicuratori privati e di un riassicuratore pubblico (CCR Caisse Centrale de Rèassurance) beneficiano di una garanzia illimitata da parte dello Stato.
Il dott. Vallini sostiene che anche in Italia, paese soggetto a calamità quali la siccità, i forti venti, le alluvioni, i temporali e le trombe d’aria, sarebbe opportuno valutare un sistema che introducesse l’obbligatorietà della garanzia assicurativa.

Il convegno ospitato a Genova intende anche rilanciare la città, quale fulcro nazionale delle attività assicurative e del suo indotto.

“Il convegno organizzato da Cunningham Lindsey Lercari mira ad affrontare approfonditamente le tematiche più attuali sotto il profilo assicurativo internazionale ed ha coinvolto tutti gli operatori del mercato assicurativo, incluso il mondo delle banche e dell’impresa” (Alessandro Lercari, Amministratore Delegato Cunningham Lindsey Lercari).

“Abbiamo scelto come sede di questo convegno Genova, oltre al fatto che è la sede storica del nostro Gruppo, per esprimere un messaggio specifico sul rilancio della nostra città che speriamo possa riscoprire pienamente la sua vocazione commerciale.” ( Gian Luigi Lercari, Vice Presidente Lercari Srl).

Scarica il programma

Categorie: Eventi